top of page

Esfoliazione della pelle del viso: come farla in modo efficace

IL NOSTRO CONSIGLIO IN BREVE Pelle spenta, con la grana irregolare e rughe e imperfezioni più evidenti? Probabilmente è arrivato il momento di aiutare la tua pelle a rigenerarsi con l’aiuto di un esfoliante. L’importante è scegliere quello che risponde alle esigenze della nostra pelle.

Ci sono periodi in cui la nostra pelle può apparire spenta, grigia, con grana irregolare, rughe più marcate o imperfezioni più frequenti. Tutti sintomi che la nostra pelle ha bisogno di un aiuto per rigenerarsi e rinnovarsi.Ma come funziona il rinnovamento cutaneo e cosa possiamo fare noi perché la nostra pelle sia più bella, levigata e luminosa?

Rinnovamento cutaneo: cos’è e come funziona

L’immagine che si usa solitamente per descrivere la pelle è quella di un muro, come insieme di mattoni e cemento, che dà quindi un’immagine evocativa di struttura resistente e statica. Ma non è proprio così: la pelle, infatti, è un organo dinamico e la formazione di questo “muro” è il risultato di un processo molto complesso durante il quale la pelle si rinnova: l’epidermide si libera delle cellule più vecchie per dare spazio a cellule più giovani.

Questo processo fisiologico richiede circa quattro settimane, ma può rallentare a causa di un’alterazione del metabolismo e delle capacità di rigenerazione cutanea. Alcune possibili cause del rallentamento sono:

  • esposizione solare eccessiva;

  • alimentazione sbilanciata;

  • fattori ormonali;

  • smog;

  • invecchiamento cutaneo;

  • utilizzo di prodotti cosmetici non adatti alla propria tipologia di pelle.

Ecco che la pelle appare più spessa, dalla grana irregolare, spenta, secca e invecchiata. Possiamo fare qualcosa per migliorare la situazione e aiutare la nostra pelle a rigenerarsi? Sì, grazie all’aiuto degli esfolianti. Scopriamo insieme cosa sono, quali scegliere e come utilizzarli.


Cosa si intende con esfoliazione del viso?

L’esfoliazione supporta il fisiologico distacco delle cellule dalla superficie cutanea contribuendo a stimolare il rinnovamento dell’epidermide, migliorando l’aspetto e la bellezza della pelle. Una routine cosmetica completa prevede vari step per essere efficace e tenere la cute in salute, ma l'efficacia di questi step può essere potenziata con una periodica esfoliazione che:

  • stimola il turnover cellulare;

  • migliora l’uniformità dell’incarnato;

  • leviga e migliora la texture cutanea.

Peeling chimico e meccanico: differenze principali

Esistono 3 tipi di esfolianti:

  • Esfolianti meccanici: grazie all’azione meccanica di piccole particelle esfolianti, come granuli o sfere, si stimola la rimozione dei Corneociti più superficiali, promuovendo l’eliminazione di impurità e cellule morte.

  • Esfolianti enzimatici: alcuni enzimi vegetali in formula cosmetica, come la Papaina, promuovono la dissoluzione dello strato più superficiale di cellule cutanee non più vitali.

  • Esfolianti chimici: Alfa-idrossiacidi (AHA), beta-idrossiacidi (BHA) e poli-idrossiacidi (PHA) impiegati nei peeling, lavorando sulla struttura molecolare degli strati più superficiali della pelle, promuovono il rinnovamento e il turnover cellulare.

Approfondisci la differenza fra peeling chimico e meccanico nel nostro articolo

Come scegliere l’esfoliante a seconda del tipo di pelle

Esfoliare la cute rappresenta un prezioso gesto alleato per ottenere una pelle liscia, morbida, dalla grana regolare, luminosa e vitale e per preparare la pelle a ricevere i trattamenti successivi. Risulta, però, altrettanto importante scegliere con cura il giusto trattamento esfoliante in base al tipo di pelle ed esigenze. Vediamo quindi insieme come scegliere quello più adatto a noi. Per pelli impure che presentano imperfezioni come brufoli e punti neri sono indicati soprattutto gli esfolianti chimici come l’Acido Salicilico (BHA) e l’Acido Mandelico (AHA). Questi acidi vantano la caratteristica di riuscire a regolarizzare la produzione di sebo e di liberare i follicoli piliferi da ciò che li ostruisce. L’Acido Mandelico AHA in particolare ha un’azione efficace ma delicata, adatta anche a pelli sensibili. (Scopri come dare alla pelle ciò di cui ha più bisogno arricchendo la tua beauty routine con gli Attivi Concentrati)

Per pelli normali o secche sono consigliati invece l’Acido Glicolico e l’Acido Lattobionico che insieme vantano proprietà idratanti oltre che esfolianti. Nel Gel Notte Rinnovatore l’azione rinnovatrice dell’Acido Glicolico è abbinata all'azione idratante e antietà all'Acido Ialuronico Potenziato IaluDeep®. Lo Scrub Enzimatico è, invece, adatto a tutte le tipologie di pelle; è più delicato rispetto agli esfolianti a base di idrossiacidi ed ha anche un’azione lenitiva grazie al Bisabololo presente nella formula. Combina l’azione meccanica a quella enzimatica per una pelle subito più liscia e luminosa. Se non siamo sicuri su quale esfoliante scegliere ci possiamo affidare al consiglio del nostro Farmacista Preparatore di riferimento per individuare il giusto trattamento.

Quando e quante volte alla settimana si può fare lo scrub viso?

L’esfoliazione è quindi un gesto fondamentale da introdurre nella beauty routine per potenziare l'efficacia dei trattamenti successivi, che troveranno una pelle rigenerata e quindi più pronta a riceverne i benefici.

Ma in quale step dobbiamo inserirlo e con che frequenza?

Innanzitutto per tutti gli esfolianti è consigliata l’applicazione alla sera, perché con l’esfoliazione la pelle si assottiglia e diventa più sensibile all’esposizione solare diurna. Inoltre, di notte la nostra pelle si rigenera fisiologicamente, quindi con l’esfoliazione ne sosteniamo il suo naturale ritmo (scopri di più sul ritmo circadiano della pelle).Lo step più giusto dove inserire l’esfoliante nella beauty routine dipende molto dalla tipologia di prodotto. Ad esempio un esfoliante come lo Scrub Enzimatico va applicato su pelle umida prima della detersione. Per quanto riguarda il Gel Notte Rinnovatore invece il momento più giusto è dopo la detersione e prima della crema viso abituale. Infine l’Attivo Concentrato Mandelico può essere applicato prima della crema come un siero oppure può essere mischiato alla crema abituale. L’abuso di prodotti ad azione esfoliante può alterare e danneggiare la pelle per questo è molto importante non esagerare con la frequenza di applicazione. L’esfoliazione va inserita come trattamento periodico, particolarmente indicato in quei momenti dove la pelle tende ad ispessirsi come subito dopo l’estate e al termine dei mesi invernali per prepararsi all’esposizione solare. L’uso di un prodotto troppo aggressivo per la propria pelle, la combinazione di troppi prodotti ad azione esfoliante o l’uso eccessivo e scorretto può portare a danni più visibili come rossore e irritazione e ad altri meno visibili, ma comunque importanti come il danneggiamento della barriera cutanea e l’assottigliamento eccessivo della pelle. Ma quante volte a settimana possiamo applicare un prodotto esfoliante? Anche qui dipende molto dalla tipologia di esfoliante che desideriamo applicare. Ad esempio consigliamo di applicare lo Scrub Enzimatico 1 o 2 volte a settimana. L’Attico Concentrato Mandelico può essere utilizzato anche tutte le sere a cicli di 1 o 2 settimane. Consigliamo quindi di leggere con attenzione le modalità d’uso in etichetta. Se si hanno dei dubbi è sempre bene rivolgersi al Farmacista Preparatore di riferimento che saprà sicuramente spiegarci come meglio utilizzare l’esfoliante in base alla propria pelle e alla tipologia di prodotto.

Esfoliazione del viso: 4 consigli in più

Ecco qualche consiglio in più se decidiamo di iniziare ad utilizzare gli esfolianti:

  • Associamo sempre all’uso di esfolianti una protezione solare e una crema emolliente.

  • Se abbiamo la pelle sensibile scegliamo esfolianti più delicati come l’Acido Mandelico e lo Scrub Enzimatico.

  • Evitiamo di associare diversi prodotti esfolianti nello stesso momento: meglio utilizzarli a cicli e alternarne l’utilizzo in base alla necessità.

  • Evitiamo di utilizzare gli esfolianti nei periodi in cui ci esponiamo maggiormente al sole: è fondamentale evitare di stressare la cute.







10 visualizzazioni

Comments


bottom of page