top of page

Come lavare il viso dei neonati

Aggiornamento: 30 set 2023


IL NOSTRO CONSIGLIO IN BREVE Quali sono i bisogni della pelle dei più piccoli? I bambini hanno una pelle molto delicata e sottile: scopri come prenderti cura della pelle dei neonati.

Quante volte va fatto il bagnetto ai bambini piccoli? Quali detergenti devo utilizzare? Come si lava il viso di un neonato? Devo applicare o meno una crema idratante? Insomma, quali sono i bisogni della pelle dei più piccoli?

Queste sono solo alcune delle domande che sorgono nella mente dei neogenitori e che un po’ alla volta con l’esperienza e informandosi si risolvono.

Ecco i nostri consigli per prenderci cura della pelle delicata dei neonati; prima però una doverosa premessa.

Perché la pelle del bambino è diversa da quella dell’adulto?

La prima cosa da sapere per prendersi cura correttamente della pelle dei neonati è che la loro pelle, e in generale di tutti i bambini fino alla pubertà, è molto diversa da quella delle persone adulte. Questo principalmente perché non produce sebo né cattivi odori e quindi non è incline a sporcarsi.

Soprattutto appena nato, il bimbo ha una pelle molto delicata, perché sottile e ancora priva del rivestimento protettivo che si formerà con il tempo; è quindi molto importante detergerla con delicatezza e mantenerla idratata e protetta.

Come lavare un neonato: dal viso al corpo

Quando pensiamo al bagnetto dei neonati, non dobbiamo ragionare come se dovessimo farcelo noi. Se per noi ha lo scopo di rimuovere lo sporco e il sebo in eccesso dalla pelle, per i più piccoli il bagnetto è un momento di piacere e relax quindi va affrontato in maniera diversa. Ecco 9 consigli per lavare correttamente il viso e il corpo di un neonato.

  1. Scegliere il giusto detergente: il detergente per il bambino non dovrà sgrassare ma dovrà avere un’azione restitutiva e contenere sostanze simili a quelle della pelle. Preferire attivi dermo-affini come l’Allantoina, il Pantenolo e l’Olio di Cotone. Ottimi gli oli a base delicata che non contengono tensioattivi (ovvero che non sono schiumogeni) e con conservanti specifici per pelli sensibili come Baby BAGNO OLEATO.

  2. Il bagnetto come una coccola: se il bambino ama questo rituale, si può fargli il bagnetto anche tutti i giorni. Al contrario, se non lo ama, lo si può fare anche più raramente.

  3. La giusta temperatura: perché il bambino abbia un approccio rilassato nei confronti dell’acqua è importante creare il giusto ambiente, evitando sbalzi di temperatura sia nel momento dell’immersione che nel momento in cui uscirà dall’acqua.

  4. Non essere di fretta: non c'è un orario ideale in cui fare il bagnetto, ma deve essere un momento gradevole, in cui anche la mamma o il papà sono rilassati e non di fretta. È preferibile in ogni caso farlo lontano dal pasto per non disturbare la digestione.

  5. Non lasciare mai soli i neonati: prima di immergere il bimbo o la bimba nella vaschetta, accertarsi di avere tutto ciò che serve a disposizione, questo perché non vanno mai lasciati soli, neppure un istante, anche se l'acqua è bassa.

  6. Asciugare delicatamente: è sempre consigliabile asciugare il bambino tamponando con un asciugamano morbido, evitando di sfregare.

  7. Crema per neonati dopo il bagnetto: dopo il bagnetto si può applicare su viso e corpo e massaggiare fino a totale assorbimento una crema che garantisca idratazione, comfort e protezione alla pelle del bambino, formulata per rispettare anche le pelli più sensibili.

  8. Usare il talco: è consigliata anche l’applicazione di un talco fluido, soprattutto nei mesi estivi e in particolare sulle pieghe e sulle zone soggette a sudorazione e sfregamento.

  9. Usare prodotti specifici e delicati: In generale, per rispettare la delicata pelle del bambino, è sempre bene fare attenzione a scegliere prodotti senza profumo o con profumi senza allergeni.





10 visualizzazioni

Comments


bottom of page